leonardo.it
Ultimi Articoli

La Turandot e l’opera del maestro Sciola

Di Redazionep | 16 luglio 2014
La Turandot e l’opera del maestro Sciola

Pechino al tempo delle favole. È questa l’ambientazione della Turandot, l’estremo capolavoro di Giacomo Puccini. Un dramma lirico in tre atti e cinque quadri, basato su un libretto di Giuseppe Adami e Renato Simoni che, nella versione sarda, è impreziosito dalle opere dell’artista Pinuccio Sciola.Continua a leggere

White Gallery: Biennale delle Donne Artiste Contemporanee

Di martina | 13 giugno 2014
White Gallery: Biennale delle Donne Artiste Contemporanee

White Gallery – The Lifestyle Store, lo spazio situato in zona EUR e nato per concepire lo shopping in maniera diversa, non è “solo” una boutique, ma un vero e proprio “contenitore” di eventi e progetti unici, come il cocktail di presentazione di “Chiamata alle Arti – Femminile Plurale IV Edizione Biennale delle Donne Artiste Contemporanee” che avrà luogo il 18 giugno dalle ore 18,00 alle 22,00. Un appuntamento che non solo ha ottenuto il Patrocinio del Comune di Roma e della Regione Lazio, ma che è nato in occasione dell’Anno Europeo della conciliazione tra vita familiare e professionale. Capirete bene che si tratta di qualcosa di speciale e imperdibile. All’interno di White Gallery, che potremmo definire come un anticipatore di tendenze – basti pensare a Native, il nuovo dinamico reparto street di White Gallery con capsule collection e pezzi unici della street culture – potremo ammirare opere di pittura, scultura, grafica, fotografia, design, arte digitale e alta moda. Le creatrici di questi capolavori sono state selezionate dall’Associazione Culturale Logos con la sua Presidente Maria Claudia Simotti, Direttore Artistico della Biennale.Continua a leggere

Stefano Tamburini, Ranxerox e Achille Bonito Oliva nudo su Frigidaire

Di Micol Di Veroli | 27 giugno 2013
Stefano Tamburini, Ranxerox e Achille Bonito Oliva nudo su Frigidaire

Vorremmo in queste poche righe ricordare un genio tutto italiano, anzi romano, che con la sua sagacia e visionarietà ha cambiato per sempre il volto dell’editoria d’avanguardia. Stiamo ovviamente parlando di Stefano Tamburini (Roma, 18 agosto 1955 – aprile 1986) le cui mirabolanti trovate grafiche, le battute al veleno e le sceneggiature incredibili di Ranxerox riuscirono a raggiungere più di venti anni fa quello che le rivistucole alla moda dei nostri giorni nemmeno si sognano di intravedere e sarebbe a dire: freschezza, irriverenza e spontaneità. L’ esordio di Tamburini nel mondo del fumetto avviene sulla rivista Combinazioni nel 1974 col personaggio di Fuzzy Rat. Nel maggio del 1977 fonda lo storico periodico di fumetti Cannibale dove compare per la prima volta Ranxerox, un robot con sembianze umane costruito da pezzi di una fotocopiatrice, dotato di una grande forza fisica e di una feroce violenza che si aggira in cerca di risse ed eroina in una Roma del futuro degradata e sospesa nel tempo, simile agli scenari metropolitani proposti dal film Blade Runner.Continua a leggere

Bjork: Violently Happy in Iceland, da ONO arte contemporanea di Bologna

Di Micol Di Veroli | 27 giugno 2013
Bjork: Violently Happy in Iceland, da ONO arte contemporanea di Bologna

Islanda: una terra che non può che richiamare l’attenzione sull’aurora boreale, la natura incontaminata e la tranquillità di un paesaggio che sembra rimasto immutato nei secoli. Ma l’Islanda, se percepita come paradiso perduto dai più, […]Continua a leggere

15 anni a VOLUME!

Di Micol Di Veroli | 27 giugno 2013
15 anni a VOLUME!

    “La memoria con il tempo rimodella e plasma di nuovo   ciò che è stato e, pur cambiandolo, lo migliora.”   Francesco Nucci     Ripercorrere insieme le tappe di un percorso significa […]Continua a leggere

Joel-Peter Witkin al PAN di Napoli

Di Micol Di Veroli | 27 giugno 2013
Joel-Peter Witkin al PAN di Napoli

La Fratelli Alinari Fondazione per la Storia della Fotografia, in collaborazione con la Galleria Baudoin Lebon di Parigi, presenta al PAN | Palazzo delle Arti di Napoli giovedì 27 giugno alle ore 19.00 l’opera fotografica […]Continua a leggere

Andy Warhol e le frasi celebri del Pop

Di Micol Di Veroli | 26 giugno 2013
Andy Warhol e le frasi celebri del Pop

Su Andy Warhol sono stati scritti fiumi di parole: libri, testi e conferenze hanno tentato di scandagliare sino in fondo l’incredibile ascesa del genio del pop. Warhol ha decisamente cambiato il modo di produrre, fruire e possedere arte ma la sua figura carismatica, irriverente e trasognata per molti è ancora un mistero. Noi vorremmo regalarvi una selezione di frasi celebri del mitico Drella (apparse su magazine ed interviste) che in un certo qual modo aiutano a definire meglio la sua complessa personalità e persino la sua creatività: Un artista è colui che produce cose che le persone non hanno bisogno di possedere. Non prestare attenzione a quello che scrivono su di te, misuralo in centimetri. La morte e la cosa più imbarazzante che possa capitarti perchè qualcun’altro deve occuparsi di tutti i dettagli. Un giorno chiunque sarà famoso per 15 minuti. Sono una persona profondamente superficiale. Mi piacciono le cose noiose.Continua a leggere

L’arte, il vino e le noccioline

Di Micol Di Veroli | 29 aprile 2013
L’arte, il vino e le noccioline

Attivare le coscienze, portare la realtà all’interno della pratica artistica ed abbattere le barriere delle consuetudini è stata una prerogativa di molti artisti dagli anni ’50 in poi. Dai primi vagiti della performance art con gli Happenings di Allan Kaprow, John Cage, Robert Rauschenberg e Merce Cunningham, passando per le feroci incursioni della Body Art e gli orgiastici riti di Hermann Nitsch ed i suoi colleghi dell’Azionismo Viennese, il fruitore è stato chiamato in prima persona a partecipare all’atto creativo, ricevendo in cambio violente emozioni tali da poter scuotere gli animi ed oltrepassare i tabù, il perbenismo e i dogmi religiosi oltre che l’anestetizzazione proposta dai mass media. Quella dagli anni ’50 agli anni ‘90 è stata un’arte contemporanea caratterizzata da forti sperimentazioni, azioni estreme che hanno sovente messo a repentaglio la vita stessa di chi le aveva concepite. Ed anche nelle ardue prove esclusivamente concettuali gli artisti dell’epoca hanno comunque cercato di provocare una reazione, un interscambio di stimoli ed idee fuori dal banale.Continua a leggere

“Presenze”: in mostra al Vittoriano le foto di Guillermo Luna

Di Micol Di Veroli | 23 aprile 2013
“Presenze”: in mostra al Vittoriano le foto di Guillermo Luna

Dal 22 maggio al 23 giugno al complesso del Vittoriano di Roma saranno in mostra le fotografie di Guillermo Luna, in occasione dell’uscita del suo libro “Presenze”. Da più di un anno il fotografo argentino documenta attraverso il suo obiettivo l’opera di assistenza dell’Ordine dei Ministri degli Infermi (Camilliani) nelle zone di emergenza di tutto il mondo. Dall’India a Haiti, dal Kenya a Taiwan, alla Georgia. I reportage fotografici di Luna uniscono la forza del messaggio di speranza e cura del prossimo all’indiscussa bellezza estetica.Continua a leggere

Il federalismo dell’arte contemporanea

Di Micol Di Veroli | 23 aprile 2013
Il federalismo dell’arte contemporanea

In Italia esistono città come Torino, Milano, Roma o Napoli che sostanzialmente costituiscono la spina dorsale del nostro scenario dell’arte contemporanea. Ovviamente, di quinquennio in quinquennio, le tendenze cambiano e capita così che in certi periodi Torino sia la migliore città del contemporaneo per poi passare il testimone a Milano e così via. Esistono però artisti e gallerie che operano in realtà poco conosciute, in paesi sperduti o in regioni poco nominate su magazines e riviste patinate. Questo sempre più crescente manipolo di coraggiosi eroi si trova costantemente impegnato in una dura lotta per emergere. Ciò avviene anche a causa di curatori ed addetti al settori che solitamente prediligono gli artisti e gli spazi espositivi delle grandi metropoli, dimenticando le piccole realtà o le realtà considerate a torto meno prestigiose. Così facendo ci stiamo perdendo per strada la Basilicata, la Sardegna, la Puglia e molte altre regioni che tanto potrebbero dare al nostro sistema. Solitamente per emergere nel nostro lavoro si punta a nord, con la convinzione di esser più vicini all’Europa ma questo modo di agire e pensare nasconde un provincialismo da cui non riusciamo a separarci.Continua a leggere

Pagina:12345678...203040...502
Art Gossip
Mostre
Comunicati Stampa